Una fine ingloriosa

Su Mps non vide e non sentì nulla. Ciaone a Bankitalia

16 Gen , 2017  

Quel giorno della primavera del 2008 quando l’allora presidente di Mps, Giuseppe Mussari e il direttore generale, Antonio Vigni, uscirono da Rocca Salimbeni con un assegno da nove miliardi in tasca per andare a fare quella spesuccia- Banca Antonveneta- che avrebbe travolto l’istituto senese, prima fecero un salto a Roma, a Palazzo Koch. Un incontro […]

, , , , , , , , , , , ,