governo

Padoan sul fisco fa il furbo, ha ragione l’Istat: si pagano più tasse

4 Mar , 2015  

Nel silenzio generale (a Matteo Renzi è permesso tutto ciò che finora è stato vietato), il governo ha tirato una artigliata più che inopportuna all’Istat, minando la credibilità dell’istituto nazionale di statistica. Facendo il furbo, perchè ben sapeva di che si stava parlando, il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ha corretto i dati sulla pressione fiscale dell’Istat, secondo cui con il governo Renzi ci sono più tasse di prima: 43,5% del Pil nel 2014 rispetto al 43,4% del 2013. Il governo dice: ma noi abbiamo dato gli 80 euro, che sono uno sconto fiscale, e quei cattivoni dell’Istat per farci dispetto li calcola come aumento della spesa sociale, considerandoli un sussidio sociale.junckerIl governo per non mettere troppo in crisi l’istituto nazionale di statistica (altrimenti perchè credergli quando dice che aumentano gli occupati?) scarica la colpa su quei perfidi funzionari di Eurostat della commissione Ue presieduta da Jean Claude Junker. Ma qui colpe non ce ne sono proprio. Perchè le tasse sono davvero aumentate, e gli 80 euro sono un sussidio tale e quale la social card non per strani motivi, ma per la legge e la Costituzione italiana. Le imposte sul reddito delle persone fisiche in Italia sono progressive, e di questo il Pd si è sempre fatto un vanto: più sei ricco più ti tasso. Ma c’è l’altro verso della medaglia: se vuoi togliere pressione fiscale, devi farlo a tutti, altrimenti non è possibile: a chi guadagna poco togli tanto, a chi guadagna tanto togli poco, ma sempre qualcosina. Se tu riduci le aliquote minori, anche il ricco pagherà meno fino a quella cifra, e da lì in su pagherà come prima. Questo è il solo modo possibile per la Costituzione italiana di ridurre le tasse: togliere a tutti i contribuenti che pagano qualcosina. Non a caso la Corte costituzionale continua a bocciare misure che valgono solo poer qualcuno dichiarandole incostituzionali. Se gli 80 euro si sono salvati è proprio perchè non sono una riduzione di tasse, ma una social card mensile data solo a chi guadagna fra un minimo e un massimo. Siccome Renzi e Padoan lo sanno benissimo, è davvero una vigliaccata screditare come hanno fatto l’istituto nazionale di statistica. Se la correttezza di numeri e statistiche dovesse dipendere da quel che dice questo o quel governo, saremmo in una dittatura e non in una democrazia.

Facebook Comments

, , , , , ,


Comments are closed.