La provocazione

Ei fu. Gentiloni appende Renzi al muro consegnandolo al passato

6 Apr , 2017  

Spread the love

Paolo Gentiloni ha consegnato Matteo Renzi al passato, alla polvere che accompagna la storia dei presidenti del Consiglio che furono a palazzo Chigi. Lo si scopre all’interno di un banale ordinativo allo stampatore di fiducia della presidenza del Consiglio, firmato da un capo dipartimento di palazzo Chigi il 21 febbraio scorso e reso pubblico solo alla fine del mese di marzo. Insieme a una infornata di biglietti da visita appare anche la richiesta di stampare una foto rigorosamente in bianco e nero di 30×40 cm “del Presidente Matteo Renzi”…Insieme alla foto alla tipografia e legatoria Rossini è stata chiesta anche la fornitura di una “targhetta in pelle colore marrone cm. 12,5 x 5,5 e stampa con la seguente dicitura: Presidente Matteo Renzi 22 febbraio 2014-12 dicembre 2016”. Detta così sembra un po’ iettatoria, quasi funebre. Ma la foto, e la piccola didascalia in pelle verrà appesa al muro nella galleria degli ex presidenti del Consiglio.

Renzi sfilerà così con quel bianco nero che contraddistingue il ricordo degli ex in cima alla galleria degli illustri predecessori. Dagli ultimi: Enrico Letta, Mario Monti e Silvio Berlusconi, ai vari Romano Prodi, Lamberto Dini, Bettino Craxi, Ciriaco De Mita, Giulio Andreotti, Arnaldo Forlani e i tantissimi che si sono passati il testimone nella storia della Repubblica. Un omaggio dovuto, certo, ma di cui il protagonista avrebbe fatto volentieri a meno, perché in pochissimi casi l’arrivo di quella immagine nella rassegna degli ex ha avuto poi una modifica alla targhetta dovuta al ritorno trionfale alla guida del governo italiano.

Non è stato reso pubblico il costo di stampa della foto e della sua targhetta che Gentiloni ha voluto appendere a palazzo, ma la determina della presidenza del Consiglio spiega che quella fornitura, unita alla stampa di 1400 biglietti da visita e a 150 cartelline comporta complessivamente una spesa di 2.200 euro più Iva. I biglietti da visita sono destinati per la maggiore parte (1000) sono destinati a Nicola Centrone, capo di gabinetto del ministro dello sport, Luca Lotti. Altri 200 biglietti da visita sono invece destinati al nuovo vicesegretario generale della presidenza del Consiglio dei ministri, Nino Rizzo Nervo, che fermamente Gentiloni ha voluto con sè. Gli ultimi 200 biglietti da visita sono invece per Luigi Valerio Sant’Andrea, capo dipartimento dello Sport nel ministero di Lotti.

 

Facebook Comments

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


Comments are closed.