Indiscreto

Nel cassetto di Minenna un decretino per Acea

11 Set , 2016  

Spread the love

Nel cassetto di Marcello Minenna, il super assessore al Bilancio dimessosi dalla giunta di Virginia Raggi e che qualcuno vorrebbe riportare a quella casella dopo la tempesta, è spuntato il testo di un decretino di cui nessuno era a conoscenza…minenna_-755x515Si tratta di una bozza che assegna la riscossione della Tari ad Acea, la municipalizzata per l’energia del Comune dove siedono importanti azionisti privati come i francesi di Suez e l’imprenditore romano Francesco Gaetano Caltagirone. In sostanza la tassa sui rifiuti della capitale se fosse entrato in vigore quel testo, sarebbe stata pagata all’interno della bolletta elettrica arrivata nelle case della maggiore parte dei romani.

raggiL’idea non era particolarmente originale: è la stessa avuta da Matteo Renzi in questo 2016 per fare pagare agli italiani quel canone Rai che andava loro un po’ di traverso. E si fonda sulla stessa paura: se non paghi la tassa, temi che ti stacchino la luce. Non proprio in linea con le politiche del Movimento 5 stelle. E soprattutto avendo lasciato all’oscuro (almeno finchè è restato lì nel cassetto) la Raggi su questi piani fiscali dell’assessore…

Facebook Comments

, , , , , , , , , , , ,


One Response

  1. Marzio ha detto:

    Caro Bechis, non è proprio così, il M5S non è per favorire l’evasione delle tasse ma per pagare il giusto a fronte del servizio pubblico offerto. L’evasione fiscale e della giuste tariffe è illegale e il M5S si batte contro l’illegalità. Chi evade la tassa sui rifiuti ruba i soldi a chi le paga. Riguardo il canone RAI, la RAI non offre un servizio pubblico, prima era in mano ai partiti, ora in mano a Renzi. Il M5S è per criptare a pagamento le trasmissioni RAI così chi si vuole fare male vedendo servizi schifosi è libero di farlo.

Comments are closed.