Clamoroso

Air Force Renzi non paga il motorino alla protezione civile

19 Set , 2015  

Matteo Renzi non bada a spese quando si tratta di se stesso. Così ha deciso di farsi un nuovo super aereo con cui spostarsi durante i voli di Stato. Ma se con la mano destra il premier è così generoso da farsi la personale Air Force Renzi, con la sinistra è assai taccagno. E la sua presidenza del Consiglio sta bloccando da giugno un intervento di protezione civile urgente a Stromboli, per non volere rimborsare a un geometra della Protezione civile l’affitto di uno scooter con cui è andato sul posto…Schermata 2015-09-19 alle 21.30.53L’Ufficio del bilancio per il riscontro di regolarità amministrativo contabile, che ha una sigla da ubriaconi (UBRRAC), ha infatti negato il rimborso di una missione in Sicilia alla protezione civile per “Roberto Canuti ed altri” perchè “l’importo relativo alla missione del 5 maggio 2015 in Sicilia effettuata dal sig. Roberto Canuti comprende anche le spese di noleggio scooter che non sono contemplate dalla vigente normativa in materia di missioni”. Il rimpallo va avanti da mesi, con la protezione civile che si difende srabuzzando gli occhi (la spesa era per un giorno solo) e Palazzo Chigi che non vuole arretrare di un solo passo.

Schermata 2015-09-19 alle 21.30.07Lo stesso Canuti ha preso carta e penna spiegando che a Stromboli si dvee mettere in sicurezza un’area collinare dove servono lavori urgenti, ma che la zona non è raggiungibile con mezzi normali, che non possono percorrere una strada asfaltata. “I siti delle stazioni sono notoriamente raggiungibili solamente con il mezzo fuoristrada Rhino, che è da tempo fermo per problemi amministrativi di vario genere”. Non potendo fare altrimenti, il geometra Canuti ha affittato un motorino e lì è arrivato per fare il primo sopralluogo, ma la sua nota spesa è stata respinta perchè Palazzo Chigi non vuole rimborsare quella piccola somma: il motorino proprio no.

Ne è seguito nei due mesi successivi uno scambio di lettere grottesco fra palazzo Chigi e la protezione civile, con tanto di citazione di norme del codice, di sentenze della Corte costituzionale, di precedenti e di filosofia inderogabile della spending review. Impassibile la protezione civile ha incrociato le braccia: non ci rimborsate il motorino? E allora noi a Stromboli non andiamo più, e se crolla tutto arrangiatevi voi. In mezzo a questo incredibile percorso burocratico anche il preventivo della ditta che era stata selezionata per fare i lavori è diventato carta straccia. Un conto infatti è intervenire in estate, altro conto farlo in autunno-inverno dove ogni giorno è una scommessa potere arrivare a Stromboli (dipende dalle condizioni del mare) e il maltempo fa lievitare i costi del cantiere, che ha ben altre esigenze di sicurezza e tempi di realizzazione dell’opera assai diversi. Così alla fine per non rimborsare quel motorino, le casse dello Stato dovranno pagare cento volte di più…

, , , , , , , , , , , , , , , , ,


Comments are closed.